IL VALORE SOCIALE DELLA VERITA’

INTRODUZIONE
Scritto da Giacomo Montana

La prova documentale dei riscontri oggettivi di quanto patito, osservato e informato dalla signora Giovanna Nigris, in merito, come si vedrà, alla esaminata e contestata risposta formale della USSL di Tolmezzo, si può inconfutabilmente vederne il completo contenuto, in quanto è pubblicata subito dopo la stessa nota qui sottostante, inviata all’attenzione del signor Prefetto di Udine per lo stesso grave motivo in data 12-11-2012. A tutt’oggi la signora Nigris non ha ricevuto alcuna risposta e l’abbandono che la stessa signora disabile è stato posto in essere continua pacificamente.

–  Lettera al Prefetto di Udine del 12-11-2012

–  Lettera dei Sevizi Sociali del 27-02-2012

*********************************************************************************************************************************
Francamente ritengo grave il fatto di porre apertamente in essere l’abbandono di persone, laddove sono incapaci ad essere autosufficienti e ancor più grave è quando viene reso noto il fenomeno specifico, e contestualmente viene ancora per mesi pacificamente lasciato un soggetto “debole” vittima di abbandono.

Tale atto è riprovevole, sia perché viene continuamente consumato il delitto sotto gli occhi di qualcuno, sia perché le persone deputate a sovraintendere e intervenire, per un tempo più o meno lungo, fingono di fatto di non vedere o sapere.

Il Legislatore ha inteso porre rimedio al comportamento lesivo che in tale contesto produca l’abbandono, classificando tale azione col nome specifico di abbandono di persone minori o incapaci e facendo punire tale condotta ai sensi e per gli effetti dell’articolo 591 del codice penale.

Detto articolo sanziona la condotta dell’abbandono testualmente con lo spirito di base di comprendere: “Chiunque abbandona una persona minore degli anni quattordici, ovvero una persona incapace, per malattia di mente o di corpo, per vecchiaia, o per altra causa, di provvedere a sé stessa, e della quale abbia la custodia o debba averne cura”.
A questo punto mi domando cosa si può pensare in tale circostanza, se di fronte al fatto di individuare il bene giuridico oggetto della disciplina, posto nell’interesse alla tutela della vita e dell’integrità fisica dell’incapace, la condotta dell’abbandono viene tollerata ugualmente, proprio anche da coloro che percepiscono uno stipendio dallo Stato, proprio anche per proteggere le persone più deboli.

Questa è solo una semplice domanda alla quale ognuno, se vuole, è padrone di ragionarci sopra. Lasciando senza protezione l’incolumità di chi sia lasciato esposto a fattori di rischio, qualcuno deve pur intervenire in aiuto della persona debole che, come assistenza ,viene lasciata senza custodia e relativa cura e pertanto così abbandonata.

Nell’ambito di un vero progresso storico, personale-sociale, culturale, nulla deve essere lasciato indietro, se non si vuole nuotare in un mare di indifferenza, di finzione e di ipocrisia. Troppe volte si ode parlare attraverso i media di buone intenzioni di qualcuno di volere facilitare il corso del progresso, ma quando ci si trova di fronte a tante gravi realtà di violenza, emarginazione, discriminazione e abbandono di persone deboli, si vede tutto sotto una più vera luce: non si vedono lasciare le “vecchie strutture” le “vecchie abitudini” e le vecchie penose e crudeli realtà.

Capisci così che sono sempre troppi coloro che di fatto per un motivo o per l’altro, non intendono affatto migliorare la società e non intendono affatto dare un concreto contributo anche pagando di persona. Ciò succede quando molto passivamente non si pone l’uomo all’attenzione per quello che è ma per quello che possiede.

Annunci

12 commenti

Archiviato in disabili gravi, Giovanna Nigris, Pensieri

12 risposte a “IL VALORE SOCIALE DELLA VERITA’

  1. icittadiniprimaditutto

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto and commented:
    Add your thoughts here… (optional)

  2. La verità sta quasi tutta nel fatto che sulla scia delle inchieste della corruzione politica, si contribuisce a non fare temere, in diversi settori dello Stato, neppure di calpestare il diritto positivo. Nella classe dirigente del nostro Paese ha potuto innescarsi e permanere nel tempo, una cultura fortemente “deviata” che andando a scontrarsi contro il diritto dei concittadini malcapitati, manda fortemente in corto circuito le regole fondamentali dello Stato di diritto. A questo malcostume oramai più nessuno ci fa caso, finché non ne rimane coinvolto. In questo modo viene fatta pacificamente lievitare e crescere la degenerazione in diverse forme, sempre più ignominiose, sino a fare aggiungere altro dolore al dolore e sofferenza alle persone innocenti e senza colpa e persino a chi da persona disabile e gravemente ammalata, della vera assistenza integrata inviata dai Servizi Sociali, non ne vede neppure l’ombra, così come puntualmente si verifica da mesi ogni giorno, ai danni della signora Giovanna Nigris abitante nel Distretto dei Servizi Sociali di Tolmezzo (UD) che paradossalmente non dimostrano di volersene prendere sufficientemente cura.

  3. Cara Giovanna, aprendo adesso di questa Vergogna verso di Te
    Hai tutta la mia solidarietà e affetto
    Ti abbraccio
    Mistral

    Ps scusami ma non sapevo nulla

  4. Figurati non ti devi scusare. Grazie per la tua sensibilità non comune. Un abbraccio. Gio

  5. Ciao Gio, un breve passaggio per un abbraccio
    Mistral

  6. Grazie cara, un abbraccio anche a te!

  7. Un bacione di buona domenica
    Grazie
    Mistral

  8. Buon mattino, cara Gio
    Ti auguro un dolce weekend
    Mistral

  9. Quando non vengono neppure rispettati i diritti di una persona gravemente ammalata (MALATTIA RARA DI BEHÇET), invalida al 100% gravemente disabile (Art. 3 comma tre della legge 104/92), malgrado ciò da persona incapace adessere autosufficiente, viene pacificamente da mesi abbandonata anche in barba dell’art. 591 del codice penale, ditemi voicosa c’è rimasto di democrazia. Grazie per la vostra sensibilità che oramai, come abbiamo visto, nel sociale è in via di estinzione e vi auguro un Buon Fine settimana.

  10. margueritex

    un augurio per un anno nuovo migliore

  11. Grazie di cuore, altrettanto a te!

  12. Pingback: Confucio | SisuGio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...